Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Giugno - ore 13.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nasce la Rete per la rinascita dell'area Enel, associazioni e partiti insieme

futuro
Centrale "Eugenio Montale" di Enel

La Spezia - Si è costituita alla Spezia la "Rete per la rinascita dell'area Enel". È promossa dalle associazioni Cittadinanzattiva, Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Vas, Piazza Comune, Comitato acqua bene comune SP e ad essa hanno aderito per il momento Auser, Federconsumatori, Acli, UISP La Spezia Val di Magra, ANPI Provinciale La Spezia, Partito Democratico, Articolo1, Le Ali/Lista Sansa, Europa Verde, Linea condivisa, Movimento 5 Stelle, Avanti insieme.
In una nota del gruppo si legge: "La Rete per la rinascita dell'area Enel ha l'ambizione di essere un punto di riferimento per tutti coloro che in forma organizzata, o singolarmente, vogliono partecipare attivamente a delineare la qualità del futuro della nostra città, di cui il destino dell'area della Centrale Enel costituisce un polo fondamentale. Propone di avviare la rigenerazione urbana e ambientale dell'intera area per contribuire alla qualità ambientale del Levante e alla rete ecologica del Golfo. La Rete per la rinascita dell'area Enel fa propri i punti qualificanti della rinnovata lotta che in questi ultimi tempi si è sviluppata contro il progetto di Enel per l'area di Vallegrande e lancia una petizione per: fermare l'uso del carbone come combustibile nella centrale esistente; bloccare l'iter autorizzativo del progetto Enel di Centrale a turbogas; favorire investimenti capaci di offrire occupazione in modo sostenibile. La petizione vuole far sentire la voce di chi ha subito per lungo tempo danni alla salute, all'ambiente, al paesaggio, è a questo si ribella, ma anche di chi, giovane, pretende salute, qualità di vita, lavoro buono e dignitoso, tutela dell'ambiente".
"La petizione può essere sottoscritta sia on line su Change. org - conclude - sia in forma cartacea presso i gazebo allestiti allo scopo e in tutte le occasioni di incontro che si terranno. La richiesta di adesione alla petizione è stata inviata a tutte le forze politiche ed è naturalmente aperta a nuove, ulteriori adesioni da parte di organizzazioni e associazioni e partiti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News