Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Giugno - ore 12.56

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Su via Paradiso costi lievitati e tempi incerti"

Opposizione di Sarzana critica sul progetto di riassetto dell'area con nuovo ponte e rotonda: "Promesse da campagna elettorale".

"Cifre assurde rispetto ai benefici"
Consiglio comunale Sarzana 6 maggio 2021

Sarzana - Val di Magra - Con nove voti favorevoli e sette contrari il consiglio comunale di Sarzana ha approvato ieri sera l'adozione della variante al piano regolatore riguardante il riassetto funzionale della rete infrastrutturale di via Paradiso. (QUI)
Bocciata invece, anche con i voti del Pd, la mozione incidentale presentata da M5S e In azione per Sarzana che poneva soluzioni alternative a quelle avviate dall'amministrazione. Nel corso della discussione l'opposizione, in modo compatto, ha comunque sollevato diverse perplessità sull'iter scelto dalla giunta puntando in particolare il dito sui costi – diversi da quelli iniziali – sull'utilità e i tempi degli interventi diversi da quelli annunciati in campagna elettorale.
“Per avere tutta la documentazione ho dovuto fare un accesso agli atti – ha attaccato Casini - e ho potuto constatare che ponte e passerella costeranno un milione e 450mila euro in più rispetto a quanto finanziato nel 2019, quattro milioni e 243mila anziché due milioni e 739mila. Si evince inoltre che la rotonda costerà 675mila euro anziché i 410mila di cui avete parlato, somma che arriverà quasi a un milione totale, con un “netto incremento rispetto allo studio di fattibilità”. I costi sono lievitati ma non avete detto nulla, così come non è serio né legittimo procedere ad espropri, varianti e avvio lavori quando il progetto definitivo non risulta essere finanziato dato che numeri alla mano mancano un milione e 450mila euro. I costi sono assurdi e insostenibili in rapporto ai benefici per il quartiere”. “Il problema della viabilità di via Paradiso era facilmente superabile con un senso unico ad anello – ha aggiunto Giorgi - perché il nuovo ponte non diminuirà con il ponte. Resteranno i le problematiche per tutte le strade del comprensorio come via Falcinello. Parlate di rivoluzione viabilistica ma l'unica sarebbe il raddoppio della Variante Aurelia che è finito nel dimenticatoio”. Duro anche Mione: “Ogni sindaco ha manie di grandezza, Caleo aveva i grattacieli e lei Ponzanelli ha il ponte. Ma in campagna elettorale parlavate di “un anno e mezzo” per realizzarlo e invece dopo quasi tre anni non c'è neanche il progetto definitivo. Incontrando i cittadini alla Bradia nel 2019 disse “gli interventi saranno completati nel 2021” e invece siamo ancora a questo punto. In ogni caso con il ponte si risolverà al massimo il problema del campo sportivo, non quello dei residenti perché in almeno dieci tratti della strada due auto non ci passano. Lei sindaco sapeva conosceva i tempi reali ma ha taciuto”. “State adottando la soluzione del partito preso - ha accusato Raschi – visto che in campagna elettorale avete detto una cosa non vi curate dei costi elevatissimi e di promesse sulle tempistiche sulle quali dovreste iniziare a cambiare registro”. Castagna ha stigmatizzato invece “un esborso consistente e una pratica piena di incertezze a cui mancano un sacco di soldi visto che costerà oltre quattro milioni. Un progetto così doveva essere ponderato e inserito nella valutazione complessiva del Puc ma è stato portato avanti a colpa di annunci e di costi”. “La finalità è meritevole – ha osservato Lorenzini ma spendete tanti soldi, circa 4,5 milioni quando ci sarebbero modi e soluzioni diverse per risolvere i problemi”.
Sul fronte opposto Rampi ha parlato di “un'opera importante con costi importanti che sarà portata a termine” mentre Precetti ha sottolineato come non si tratti di un vezzo dell'amministrazione ma di un progetto fondamentale per il quartiere. “Spesso – ha aggiunto Innocenti - ci si dimentica che un'opera pubblica così importante prevede tre progettualità che hanno tempi diversi”.
Una risposta alle critiche dell'opposizione è arrivata anche dal sindaco Ponzanelli: “Il progetto definitivo è stato consegnato al termine di una serie di approfondimenti complessi fatti insieme ad altri enti e ha comportato un aumento di costi, è fisiologico che cambino ancora quando si arriverà a progettazione esecutiva. Siamo felici di questo percorso e rivendichiamo di essere ambiziosi”. Infine l'assessore Campi: “Il costo della rotatoria non è quello detto da Casini ma quello di 410mila euro confermato dal quadro tecnico. Stiamo facendo piccoli passi quotidiani che costano fatica e impegno ma portano alla meta, le soluzioni sono state adottate anche in base a quanto detto dai residenti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News